Altre proposte con tema: Tour culturali

CASTELLI SFORZESCHI IN TERRA DI ROMAGNA

€ 180

Dettagli

MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019 (NUOVA ULTERIORE DATA)

€ 565

Dettagli

SAVONA E LE SUE BELLEZZE STORICHE

€ 180

Dettagli

ANDALUSIA IN MINITOUR (NUOVO GRUPPO)

€ 599

Dettagli

PORTOGALLO IN MINUTOUR (NUOVO GRUPPO)

€ 470

Dettagli

Romagna

CASTELLI SFORZESCHI IN TERRA DI ROMAGNA

Scarica il volantino del viaggio

bus + visite culturali + guida turistica - pensione completa + bevande

Rocca Malvezzi-Campeggi-Museo della Rocca: La rocca, di origine duecentesca, venne fortificata sul finire del XV secolo dall’architetto Giorgio Marchesi secondo il volere di Caterina Sforza, signora di Imola e Dozza. Nel corso del Cinquecento, per opera della famiglia Campeggi, acquisì l’aspetto di palazzo signorile che mantiene tuttora. Nel 1728 il feudo di Dozza venne ceduto per via ereditaria alla famiglia Malvezzi, con il titolo di marchesi Malvezzi-Campeggi. L’apertura al pubblico è avvenuta nel 1960, quando l’edificio è stato acquistato dal Comune. Da visitare la cucina con antichi arredi e utensili; la Sala maggiore con i ritratti dei Malvezzi e un arazzo del XVIII secolo con stemmi della famiglia; sale con arredi del XVI e XVIII secolo, dipinti e ritratti, tra cui una grande tela di Lorenzo Pasinelli raffigurante la famiglia Campeggi; le torri e le prigioni. Nella pinacoteca, al secondo piano, sono esposte le opere della donazione Norma Mascellani. Inoltre, le sale espositive ospitano periodicamente mostre di artisti contemporanei. Dal 2006 è attivo e visitabile il Centro Studi e Documentazione del Muro Dipinto che raccoglie oltre duecento bozzetti legati alle opere murali, con l’archivio fotografico e documentario della manifestazione. Nei sotterranei della rocca è visitabile anche l’Enoteca regionale dell’Emilia-Romagna

La Rocca di Riolo, antica roccaforte della Valle del Senio, sorse insieme al suo borgo sul finire del XIV secolo, come presidio per opera della città di Bologna. Nel 1388 infatti i Bolognesi, per rafforzare il proprio dominio, decisero di ampliare un “torrione” già esistente costruendo la Rocca. È una costruzione a pianta quadrangolare, un esempio interessante di fortificazione militare quattrocentesca, la quale assieme alla parte vecchia del paese è delimitata dalle mura. La Rocca fin dal 1472, sotto il dominio di Carlo II Manfredi, subì molte ristrutturazioni e rimaneggiamenti, conservando comunque una sua bellezza grandiosa e di sicuro effetto. Mantenendo nel tempo la sua funzione difensiva è un magnifico esempio di fortificazione militare che segue l’evoluzione delle tecniche offensive tardomedievali. Al primo nucleo, ancora abbastanza integro e ben visibile, furono infatti apportate modifiche e aggiunte, in particolare a seguito dell’avvento delle artiglierie da fuoco. La Rocca appartiene alla tipologia detta della “transizione”, in cui si assommano caratteristiche architettoniche medievali e rinascimentali come il fossato e le caditoie per il tiro piombante, le camere di manovra con le bocche di fuoco per il tiro radente fiancheggiante. Il percorso museale si snoda su vari livelli. Dai sotterranei ai piani alti potrete calarvi nelle avventure dei cavalieri medievali indossando ed impugnando gli strumenti utilizzati in battaglia, scoprire il funzionamento delle macchine da guerra, ascoltare i racconti di Caterina Sforza e apprendere le tecniche costruttive utilizzate nel Medioevo. Nel Mastio la sezione archeologica ospita reperti databili dall’età del ferro all’epoca romana.

BRISIGHELLA: antico borgo medievale e termale oggi classificato uno “dei Borghi più belli d’Italia” è adagiato ai piedi di tre pinnacoli di gesso su cui poggiano la Rocca Manfrediana, la Torre dell’orologio ed il Santuario del Monticino. Il Borgo è composto da un dedalo di antiche viuzze, tratti di cinta muraria, scale scolpite nel gesso: curiosa la Via degli asini”, una strada soprelevata ed illuminata da mezzi archi che un tempo offriva ricovero agli animali dei birrocciai. A Brisighella, che ha dato i natali ad otto cardinali, gli edifici sacri sono numerosi: tra questi la più suggestiva è sicuramente Pieve Tho, una delle più antiche chiese romaniche in Romagna, edificata agli inizi del X sec. con materiali di recupero e pietra.

PROGRAMMA

Sabato 5 Ottobre 2019 Milano /  Rocca di Dozza / Rocca di Riolo

Ore 6,30  ritrovo a Milano: Via Valtellina n° 5 davanti ingresso ex dogana h. 7,00  transito in P.le Corvetto uscita MM3 (davanti area servizio carburanti Esso), quindi, partenza in pullman Gran Turismo per la Romagna. Sosta lungo il percorso. Arrivo a Dozza ed inizio della visita guidata. Il Borgo Medievale di Dozza  è uno dei cento “Borghi più Belli d’Italia”, si trova a sud di Bologna, ed è posto sul crinale di una collina che domina la valle del fiume Sellustra e scende dolcemente verso la via Emilia. A Dozza, l’arte si fa paesaggio urbano ed arreda i muri delle case, le strade e le piazze, inondando di luce e stili diversi ogni angolo ed aprendosi a squarci di colori improvvisi. Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto, in cui si possono ammirare oltre un centinaio di opere realizzate da nomi prestigiosi dell’arte contemporanea. A seguire la visita all’interno della Rocca dove sono conservati gli affreschi e i bozzetti delle opere su muro esposti nel Centro Studi e Documentazione del Muro Dipinto. Al termine, pranzo in ristorante/agriturismo.

Pomeriggio: trasferimento a Riolo Terme per la visita della Rocca, antica roccaforte della Valle del Senio, che sorse insieme al suo borgo sul finire del XIV secolo, come presidio per opera della città di Bologna. Al termine, breve tempo libero, quindi, ricomposizione del gruppo e trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

Domenica 6 Ottobre  2019:  Brisighella /  Milano

Colazione in hotel, quindi, breve viaggio per la visita guidata di Brisighella uno dei borghi tra “i più belli d’Italia” tra le dolci colline romagnole. Al termine, inizio del viaggio di ritorno verso Milano con sosta per il pranzo in ristorante/agriturismo in corso di viaggio. Al termine, proseguimento del viaggio verso Milano con arrivo in serata.

La quota comprende

Viaggio A/R con autopullman GT; soggiorno in hotel cat. 3/4* (luogo di ubicazione e nome saranno comunicati, su richiesta, alla conferma del gruppo); trattamento di pensione completa dal pranzo di sabato 5 al pranzo di domenica 6 Ottobre 2019 incluso bevande (acqua e vino); Guida Turistica come da programma;   Assicurazione Medico-Bagaglio.

La quota non comprende

ingressi ove previsti a pagamento, eventuale tassa di soggiorno se prevista da pagare in loco, assicurazione annullamento,  extra personali e tutto quanto non incluso nella voce  “La quota comprende”.                            

(N.B. Per ragioni tecniche-organizzative  le visite ad alcuni interni dei palazzi storici potranno non essere garantite per eventuali impreviste manifestazioni e/o restauri e potranno essere alternate tra loro e/o sostituite con altre senza alterare la sostanza del programma)

Quando vuoi partire?

  • dal 5 ottobre 2019 al 06 ottobre 2019 ( 1 notte ) € 180
  • Suppl. camera singola
    25€

Costi accessori

Richiedi informazioni per questo viaggio